Stato documento

Il campo può associare uno stato al documento. Ad esempio aperto, chiuso, ecc.

Permette inoltre di impostare le regole per gestire eventuali modifiche di valori numerici su altre tabelle, come ad esempio lo scarico e carico magazzino, la gestione di impegni, ecc.

Permette di gestire anche eventuali controlli di quantità prima di procedere al salvataggio. Se, ad esempio, va gestito un impegno su una distinta base di un articolo di magazzino, lo stato simula quanti articoli occorreranno. In caso non ce ne siano abbastanza, segnalerà la quantità mancante e bloccherà il salvataggio. Premendo su Imposta Dati potremo gestire i vari stati. Si possono creare anche senza dover gestire eventuali modifiche di valori di quantità.

Il campo Stato documento crea un campo aggiuntivo all’interno del database per poter salvare i dati della selezione eseguita. Quindi, ad esempio, creando il campo Stato il programma creerà in automatico il campo dat_stato. Questo campo è visibile solo se il database viene aperto con altri programmi. È importante salvare i dati dello stato selezionato poiché vengono apportate numerose modifiche su diverse tabelle contemporaneamente.

Un esempio: quando vengono gestiti i movimenti del magazzino, il programma deve sapere per ogni documento quali operazioni sono state eseguite. Se apro una fattura e al momento del salvataggio modifico la quantità di un articolo, qualora questo tipo di documento agisca sul magazzino, per prima cosa il programma ripristinerà la quantità precedente e poi scalerà quella aggiornata. In questo modo si garantisce l’allineamento delle quantità degli articoli.

Parametri Campo

Nome statoIl nome dello stato che verrà visualizzato.
ColoreIl colore dello stato che verrà visualizzato.
DefaultSe spuntato, il programma selezionerà in automatico questo stato sulla creazione di un nuovo dettaglio.
MovimentazioniSono i movimenti che deve fare il programma quando viene impostato un determinato stato.
 Tabella aggiuntiva di partenzaÈ la tabella da cui il movimento recupererà i valori da cui partire.
 Campo GGUID di riferimento nella tabella aggiuntivaÈ il campo univoco di riferimento della tabella aggiuntiva di partenza.
 Campo QTA di movimentazione nella tabella aggiuntivaÈ il campo della tabella aggiuntiva di partenza che decide la quantità da modificare.
 Tabella di arrivoÈ la tabella all’interno del quale verrà modificata la quantità.
 Campo QTA di movimentazione sulla tabella di arrivoÈ il campo della tabella di arrivo a cui verrà modificata la quantità.
 MovimentazioneDecide che tipo di movimento fare. Nessuna: nessun tipo di movimento.
Verso il basso: la quantità verrà scalata.
Verso l’alto: la quantità verrà incrementata.
 Condizione SQLSi può aggiungere una stringa SQL per filtrare maggiormente i dati.
 Controllo che il valore non sia minore di zero o maggiore della qtàControllerà che il valore della quantità da spostare non sia minore di zero o maggiore rispetto al valore della quantità del campo di arrivo. Darà un messaggio se si presenta la condizione.
 Messaggio per minore di zeroQualora si decida di controllare questa variabile, si può impostare un messaggio da inviare quando si presenta questa condizione.
 Messaggio per maggiore di qtà disponibileQualora si decida di controllare questa variabile, si può impostare un messaggio da inviare quando si presenta questa condizione.
 Movimentazione distinta baseDecide che tipo di movimentazione far compiere ai livelli della distinta base. Nessuna: nessun movimento.
Primo livello V. Alto: il primo livello verrà incrementato.
Tutti i livelli V. Alto: tutti i livelli verranno incrementati.
Primo livello V. Basso: il primo livello verrà scalato.
Tutti i livelli V. Basso: tutti i livelli verranno scalati.
 Tabella distinta baseÈ la tabella su cui compiere i movimenti della distinta base.
 Campo GGUID di riferimento nella tabella di distinta baseÈ il campo univoco di riferimento della tabella su cui compiere i movimenti della distinta base.
 Campo QTA di moltiplicazione della distinta baseÈ il campo della tabella su cui compiere i movimenti della distinta base.
 Campo di controllo su tabella di arrivo della qtàÈ il campo di controllo della tabella di arrivo su cui effettuare il controllo.
 Condizione SQLSi può aggiungere una stringa SQL per filtrare maggiormente i dati.
 Controllo che il valore non sia minore di zero o maggiore della qtàControllerà che il valore della quantità da spostare non sia minore di zero o maggiore rispetto al valore della quantità del campo di arrivo e darà un messaggio se si presenta la condizione.
 Messaggio per minore di zeroQualora si decida di controllare questa variabile, si può impostare un messaggio da inviare quando si presenta questa condizione.
 Messaggio per maggiore di qtà disponibileQualora si decida di controllare questa variabile, si può impostare un messaggio da inviare quando si presenta questa condizione.
Controlli presalvataggioSono i controlli che il programma deve effettuare prima di permettere il salvataggio del documento quando è impostato lo stato.
Si può decidere di non eseguire controlli lascando i campi vuoti.
 Tabella aggiuntiva di partenzaÈ la tabella aggiuntiva di partenza che deve controllare prima di salvare il documento.
 Campo numerico da controllare nella tabella aggiuntivaÈ il campo numerico della tabella aggiuntiva di partenza che il programma deve controllare prima di salvare il documento.
 RegolaÈ la regola che deve seguire per controllare il campo. Nessuna: nessuna regola.
Uguale: il valore del campo deve essere uguale al valore dato.
Diverso: il valore del campo deve essere diverso del valore dato.
Minore: il valore del campo deve essere minore del valore dato.
Minore o uguale: il valore del campo deve essere minore o uguale al valore dato.
Maggiore: il valore del campo deve essere maggiore del valore dato.
Maggiore o uguale: il valore del campo deve essere maggiore o uguale al valore dato.
  Compreso tra: il valore del campo deve essere compreso nell’intervallo dei valori dati.
Non compreso tra: il valore del campo non deve essere compreso nell’intervallo dei valori dati.
 Valore 1È il primo valore di riferimento.
 Valore 2È il secondo valore di riferimento.
 MessaggioÈ il messaggio che il programma deve dare al verificarsi della condizione.
 SalvataggioÈ il tipo di azione da compiere al verificarsi della condizione.
Salvataggio bloccato: bloccherà il salvataggio del documento al verificarsi della condizione.
Conferma: confermerà il salvataggio al verificarsi della condizione.