Accesso al database

Configurato tutto correttamente, il programma mostrerà la schermata di login e di accesso al database.

Nella parte superiore sinistra, sotto il logo, sono presenti i link per poter scaricare o accedere alle altre versioni del programma.

Subito sotto si trova la selezione del database, l’username e la password di accesso.

Se alla prima installazione viene scelto l’accesso anonimo, il programma creerà automaticamente un utente amministratore per l’accesso. I dati di accesso sono username: admin e password: admin.

In caso il database sia di tipo Cloud occorrerà inserire le credenziali di accesso D-One create precedentemente. Si ricorda che l’utente di accesso al database non corrisponde necessariamente con i dati dell’account D-One. Dato che nella prima installazione l’account D-One e il database sono stati creati simultaneamente, i dati di accesso saranno praticamente sempre uguali, ma potrebbero sorgere casi speciali che differenzierebbero i due account.

Il programma a ogni apertura proporrà l’ultimo database a cui si è avuto accesso. Tuttavia, poiché il programma normalmente utilizza file di accesso come database, al login viene controllato che questi siano accessibili. Nel caso un file di database non lo sia, non sarà visualizzato nella tendina di scelta e verrà scelto il primo accessibile.

Come detto, Nios4 deve avere sempre almeno un database collegato per poter funzionare correttamente.

In caso il database selezionato sia di tipo Cloud e non sia mai stato aperto, il programma lancerà automaticamente la sincronizzazione per recuperare i dati e salvarli nella copia locale.

Creazione di un database

Per creare un nuovo database si può utilizzare l’apposita pagina all’interno della sezione Opzioni o attraverso il pulsante di navigazione rapida tra i database, posto sulla fascia colorata, riportante il nome del database attuale.

Creare un database cloud

Per creare un database Cloud: aprire il menu di navigazione rapida e selezionare la voce Nuovo Database Cloud. In caso non fosse stato collegato un account D-One, il programma richiederà le credenziali per poter continuare.

Qualora non si possedesse un account, dalla finestra sarà possibile crearne uno. I dati richiesti sono una mail, che verrà usata come nome, e una password.

Il passo successivo è la scelta del database da creare, il nome e il tipo di abbonamento da sottoscrivere. Oltre alle tre taglie del Cloud, che variano in base alla quantità gestibile di dati, è possibile attivare una prova gratuita per trenta giorni.

Una volta scaduto l’abbonamento sarà comunque possibile accedere ai dati in locale e su tutti i dispositivi che sono stati sincronizzati fino a quel momento. La possibilità di sincronizzare altri dati risulterà bloccata.

Creare un database locale

Per creare un database Cloud: aprire il menu di navigazione rapida e selezionare la voce Nuovo database locale.

È possibile creare un nuovo database, collegarne uno già esistente indicando il percorso per trovare il file oppure gestire una connessione avanzata. Quest’ultima permette di connettersi a un database di tipo SQL Server.

Selezionata la voce Nuovo database locale il programma richiederà quale tipologia creare:

  • La prima voce crea un database completamente vuoto.
  • Database attuale crea una copia esatta del database in uso in quel momento.
  • I Modelli online permettono di scegliere il database tra le tipologie attualmente disponibili online.
  • Carica modello database permette di crearlo partendo da un file dati.

Selezionata la tipologia, il programma procederà alla creazione del database.